12 Maggio - Pomeriggio in Musica

Domenica 12 Maggio ore 17:30
giardino della Biblioteca di Osoppo
(in caso di maltempo all'interno della Biblioteca)

Borc di Cerere, 2 

Concerto con aneddoti sui brani e sugli strumenti musicali
alla scoperta del... Clarinetto


Trio di clarinetti: Ario Bianco, Matteo Colavitto e Isabella Ius
musiche di Handel, Mozart, Beethoven e altri

in collaborazione e con il patrocinio del Conservatorio Statale di Musica "Jacopo Tomadini" di Udine

 

26 Maggio - Mosaico

Domenica 26 Maggio ore 17.30
San Daniele del Friuli, Museo del Territorio

via Udine, 4

Gianni Fassetta, fisarmonica 

 

introduzione musicale: Nina Havelkova, chitarra
Federico Moreno-Torroba (1891-1982) - Sonatina (I. Allegretto, II. Andante, III. Allegro)


PROGRAMMA
J. Brahms: Danza ungherese n 5
C. Daquin : Le coucou
F. Fugazza: Mosaico Espanol 
A. Piazzolla: Adios Nonino
G. Fassetta : Dijeca
J. De Filiberto: Caminito
N. Paganini : Il Carnevale di Venezia
Z.Confrey: Dita vertiginose
Anonimo : Oci Ciornje
V. Monti: Czardas

 

in collaborazione con Associazione Vivi il Museo

23 Giugno - L' Infinito

Domenica 23 Giugno ore 20.30
Reana del Rojale, sala Teatro "ex-Latteria" - via Vittorio Veneto 3

Nunzia Santodirocco soprano
Alberto Nones pianoforte

 

introduzione musicale: Andrea Nassivera fisarmonica

 

PROGRAMMA MUSICALE

V. Bellini (1801 - 1835) "Casta diva" da Norma

P. Cimara (1887 - 1967)
Nostalgia (Heine)
Paranzelle (Pascoli)
Fiocca la Neve (Pascoli)
Notte d'Estate (Aganoor Pompili)
Stelle Chiare (Aganoor Pompili)
Mattinata (Frateili)
Dormi
Presso una Fontana (Costa)
Le Campane di Malines
L' Infinito (Leopardi)

 

Pietro Cimara, nato nel 1887 a Roma, dove studiò con nientemeno che Respighi, è una figura avvolta dalla nebbia. Iniziò a lavorare al teatro Costanzi prima come sostituto e poi come direttore d'orchestra, ma si fece notare soprattutto dal pubblico aristocratico della capitale come autore di composizioni dalla squisita vena melodica, che sono al centro di questo concerto e del disco che ne fa riscoprire un’ampia e rappresentativa selezione. Cimara aveva fama di “insuperabile” accompagnatore di cantanti e il suo gusto per il belcanto ebbe modo di affinarsi con artisti del calibro di Gigli, Renata Tebaldi, Del Monaco e Luly Pons. Dopo un periodo di apprendistato con Toscanini, la carriera lo portò infatti all'estero, da ultimo al Metropolitan di New York, dove lavorò dal '28 al '58. Sempre in repliche, tuttavia, cosa che fece di lui una figura musicale rimasta nell'ombra. Il suo carattere d'altra parte portava in quella direzione, essendo stato reso ancor più cupo dalla morte precoce dell'unica figlia. Persona schiva, Cimara amò e servì la musica con totale dedizione ma senza clamori.
È ancora maggiore e più raro il privilegio, quindi, il riportare oggi la sua musica e la sua personalità alla luce.
Questo concerto presenta una rosa di liriche vocali da camera di Cimara incluse nel loro CD "Pietro Cimara, L'Infinito / Nones-Santodirocco" (Da Vinci Classics, 2019). Tra le poesie messe in musica da Cimara, "L'infinito" di Leopardi, di cui proprio quest'anno ricorre il bicentenario.

in collaborazione con Banda Musicale di Reana del Rojale

tutti i concerti sono ad ingresso libero e gratuito